Ultimi articoli pubblicati

I sistemi di certificazione ed i principi del diritto alimentare

Nell’affrontare i temi della certificazione e della valorizzazione dei prodotti alimentari si parla spesso di caratteristiche distintive, i cosiddetti requisiti ...

Read More

Il vino italiano ed il mercato danese

La Danimarca è un paese molto interessante per chi decide di esportare i propri prodotti ma occorre partire informati in ...

Read More

Lo Standard, questo sconosciuto...

Ogni selezione si basa su una traccia, su un riferimento, su degli specifici elementi descritti nel famoso "Standard", ossia una ...

Read More

Il Tarassaco, da una pianta spontanea mille e mille usi

Una delle piante più note e conosciute anche a chi ha scarsa esperienza in quel particolare settore della botanica che ...

Read More

Il Cane Lupo di Saarloos NERO: nessun mistero, solo genetica!

Il caso del Cane Lupo di Saarloos di colore NERO. Nessun enigma si cela dietro questo colore, nessuno strano incrocio, ...

Read More

L’allevamento del riccio di mare Paracentrotus lividus (Lamarck, 1816), un’importante prospettiva per l’acquacoltura

Il riccio di mare edule è un Echinoderma (dal greco echinos- spinoso, e -derma pelle) della classe Echinoidea, diffuso in ...

Read More

  • La certificazione del metodo biologico: avicoli -

    Per quanto concerne l’allevamento di avicoli con metodo biologico, questo è normato dai Regg. (CE) 834/2007 e 889/2008 che ne specificano le modalità applicative. Il sistema di certificazione con metodo biologico, rispetto alla produzione avicola ha come campo di applicazione alcune specie in elenco nell’allegato III del Reg. (CE) 889/2008: galline ovaiole e avicoli da ingrasso (polli, tacchini, anatre, oche)...

    Donato Ferrucci, Dottore agronomo libero professionista, riveste attualmente l’incarico di Responsabile di Bioagricert Lazio e di Cultore della materia presso la cattedra di Gestione e Comunicazione d’Impresa” – Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi della Tuscia. Antonio Marcone, laureato in Scienze delle Produzioni Animali, è Responsabile Produzioni Animali di Bioagricert srl.

  • allevamento cani cuccioli Le 9 fasi per creare un Allevamento canino -

    Un articolo per comprendere le opportune operazioni necessarie per intraprendere un'allevamento cinofilo, che si arricchisce e si fortifica giorno dopo giorno, solamente "toccando con mano", trovandosi faccia a faccia con le realtà quotidiane, con i tanti problemi che comporta avere a che fare con gli animali, con le tante delusioni che si possono trovare sul proprio percorso, ma anche con le infinite soddisfazioni che questi nostri compagni di vita possono offrirci...

    Federico Vinattieri è un appassionato allevatore cinofilo, ornitofilo e avicoltore (titolare Allevamento di Fossombrone – www.difossombrone.it – http://lupi.difossombrone.it – http://ornitologia.difossombrone.it.

  • Cambiamenti nella naturalità dei paesaggi agrari toscani dal 1933 al 2016 Cambiamenti nella naturalità dei paesaggi agrari toscani dal 1933 al 2016 -

    La pubblicazione in formato webgis della Carta Forestale del Regno d’Italia (nota 1), edita nel 1936, rende possibile estendere gli studi vegetazionali e paesaggistici indietro nel tempo fino almeno al 1933, anno in cui prevalentemente furono eseguiti i rilievi. Una prima analisi dei dati su scala nazionale, comparata con rilievi più recenti, ha consentito di ricostruire l’evoluzione della copertura forestale complessiva...

    Paolo Degli Antoni: Laurea in Scienze Forestali, conseguita presso la facoltà di Agraria dell’Università di Firenze. Abilitazione all’esercizio della professione di Agronomo-Forestale. Già funzionario C.F.S. e collaboratore della Regione Toscana, è socio corrispondente dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali, scrive contributi scientifici di ecologia del paesaggio, biodiversità, storia, arte e antropologia del bosco. Suo oggetto privilegiato di ricerca è la rinaturalizzazione spontanea dei terreni abbandonati, in campagna e in città.

  • progetto treasure maiali razze Progetto TREASURE -

    Le razze suine autoctone, presenti in diverse regioni europee, rappresentano un inestimabile patrimonio di biodiversità. Il denominatore comune della ricerca TREASURE risiede nell'idea che il recupero e la valorizzazione delle razze locali sia determinante per lo sviluppo di sistemi di allevamento realmente sostenibili...

    Carolina Pugliese ha conseguito la laurea in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Firenze. Lavora dal 1990 presso l’attuale Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente e dal 2015 è docente di “Valorizzazione e miglioramento delle produzioni animali” presso la Scuola di Agraria dell’Università di Firenze. L’attività di ricerca è incentrata prevalentemente sul recupero e la valorizzazione delle razze autoctone.

  • tabacco greggio brasile I tabacchi greggi italiani: Brasile esotico -

    Il tabacco denominato Brasile esotico è prodotto di una pianta assegnata dai botanici alla Nicotiana tabacum varietà brasiliensis. Esso è il progenitore di una vasta serie di tabacchi del commercio. Quasi tutti i tabacchi del Sud America, segnatamente il Paraguay sono derivazioni di questo tipo e così molti tabacchi europei...

    Eugenio Cozzolino: Laurea in Scienze Agrarie, conseguita presso la facoltà di Agraria dell’Università di Napoli “Federico II”. Abilitazione all’esercizio della professione di Agronomo. Componente della “Lista nazionale degli ispettori preposti al controllo degli enti od organismi riconosciuti idonei ad effettuare le prove ufficiali ai fini della registrazione dei prodotti fitosanitari” istituita dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Dipendente dal 1987 nel ruolo tecnico del Mipaaf e successivamente come Collaboratore tecnico nei ruoli del CRA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura) divenuto CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) a partire dall’anno 2015. È autore di un centinaio di pubblicazioni scientifiche e divulgative.

  • vino azienda evento marketing esperenziale musica La promozione del vino tramite gli eventi in cantina -

    Il ruolo e la figura del produttore vinicolo è necessario che si allarghi a quella di vero e proprio imprenditore; non basta più fare un buon vino, oggi infatti sono tantissime le cantine che hanno prodotti di qualità, è necessario anche saperlo vendere e soprattutto fidelizzare il cliente...

    Vittoria Capei Chiaromanni, dottoressa triennale in “Comunicazione, media e giornalismo” e dottoressa magistrale in “Strategie della comunicazione pubblica e politica” presso l’Università degli studi di Firenze. Specializzata in “Marketing, comunicazione e pubblicità” presso l’ Istituto Europeo di Design – Roma, ha svolto sul settore del vino la propria tesi di laurea dal titolo: “Il vino toscano tra tradizione ed innovazione. Il ruolo dell’azienda Marchesi Antinori”.

  • lavoro sicurezza agricoltura I rapporti tra azienda committente ed impresa appaltatrice in agricoltura -

    Un’azienda agricola può commissionare interventi a imprese esterne specializzate per la cura e il governo del fondo (potature, piuttosto che lavorazioni agronomiche in genere, trattamenti chimici come anche interventi di raccolta meccanizzata); il disposto normativo articolo 26 del DLGS 81/2008 e s.m.i., disciplina i casi di cui prima....

    Raniero Manfredi Chiarenza, diplomato perito agrario, tecnico ambientale, dal ’95 si occupa di prevenzione nei luoghi di lavoro. Consulente specializzato nel settore agricolo, negli ultimi anni ha dedicato molto della sua attività come formatore e come analista e promotore di tecniche e metodologie per la diffusione di comportamenti sicuri in azienda.

  • bosco rasora castiglione dei pepoli bologna neve foresta montagne appennino bolognese La pianificazione produttiva dei boschi -

    Una corretta e ragionata pianificazione forestale permette di ottimizzare le azioni selvicolturali sia in senso ecologico, con la gestione integrata di un’intera area boscata piuttosto che una gestione frammentata a singoli boschi, che in senso economico, con una pianificazione delle operazioni colturali e quindi della raccolta del legno o di altri prodotti del bosco...

    Luca Poli, Dottore Forestale, svolge libera professione occupandosi di gestione del patrimonio boschivo ed ambientale e della valorizzazione del legno. E' inoltre vice-presidente dell'Associazione di Agraria.org.

  • Tolleranza allo stress salino in pomodoro inoculato con Azotobacter chrooccocum Tolleranza allo stress salino in pomodoro inoculato con Azotobacter chrooccocum -

    L’uso dell’inoculo ad azione biostimolante può essere considerato uno strumento efficace per cercare di rendere l’orticoltura più sostenibile. Tuttavia però è necessaria una più approfondita comprensione sull’azione/effetto dei biostimolanti nello specifico ambiente di azione, tenendo in considerazione anche altre variabili, quali ad esempio i fattori climatici...

    Andrea Confessore, laureato in Scienze e Tecnologie agrarie presso l'Università degli studi di Napoli "Federico II" nell'ottobre del 2016.

  • mastino bianco napoletano C’era una volta il Mastino Napoletano bianco… -

    ll fantomatico Mastino napoletano bianco scomparve più o meno con la stessa rapidità con cui si manifestò. In ogni modo, lo standard ufficiale E.N.C.I. non ha mai riconosciuto questo colore, quindi, ai fini anagrafici, il mastino napoletano bianco non è mai esistito....

    Federico Vinattieri è un appassionato allevatore cinofilo, ornitofilo e avicoltore (titolare Allevamento di Fossombrone)

  • sella stretta cavallo danni La sella stretta -

    È questa una delle convinzioni più diffuse e più difficili da rimuovere. La convinzione che quando una sella è stretta il problema si risolve mettendo un sottosella più spesso, o comunque degli spessori qua e la, nei punti di pressione, “allontanando così la sella dalla schiena” dando quindi alla stessa maggior sollievo. Niente di più sbagliato!...

    Gianni Marcelli, prestato al mestiere di Dirigente d’azienda, è un appassionato allevatore di cavalli, in particolare del Catria.

  • rintracciabilità normativa UNI ISO agroalimentare La stesura di un manuale di rintracciabilità secondo la norma UNI EN ISO 22005:2008 -

    La terza parte di un articolo riguardante l'interpretazione della norma UNI EN ISO 22005:2008, che indica i principi e specifica i requisiti di base per la progettazione e l’implementazione di un sistema di rintracciabilità. Rientra tra i sistemi di gestione aziendale di tipo volontario ed ha come campo di applicazione i prodotti agroalimentari qualora sia necessario stabilire la storia o il luogo di origine di un prodotto o dei suoi componenti peculiari...

    Donato Ferrucci, Dottore agronomo libero professionista, riveste attualmente l’incarico di Responsabile di Bioagricert Lazio e di Cultore della materia presso la cattedra di Gestione e Comunicazione d’Impresa” – Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi della Tuscia.