Intervista di Marco Salvaterra alla prof.ssa Paola Adami


D) Il giorno 28.09 u.s. è stato firmato presso l’Istituto Tecnico Agrario “Vegni” di Cortona (AR) un accordo di rete fra 15 istituzioni scolastiche appartenenti alle Regioni del centro Italia.
Perché la firma può essere considerata importante?


R) Che le scuole pubbliche comprendano l’importanza di lavorare in rete non è una novità; la rete di cui stiamo parlando inoltre nasce dall’iniziativa di alcuni colleghi “nostalgici” che hanno deciso di provare a riproporre ai “nuovi” colleghi l’avventura di qualche anno fa. Eppure l’accordo raggiunto il 28 settembre può essere considerato un vero evento perché questa nostra rete che nasce dalle ceneri della Rete del Centro Italia si è subito posta uno scopo ambizioso: superare i confini di provenienza ed allargarsi agli ITA d’Italia. Nome nuovo “ITA SENZA FRONTIERE”, nuovo logo aperto anche all’azzurro dell’Europa; stessa voglia di collaborare per porre  al centro dell’attenzione pubblica e politica le problematiche di scuole atipiche e di settore quali sono in realtà gli istituti agrari.


D) Potrebbe dirci qualcosa di più sulle finalità che perseguite?


R) Le finalità che la Rete si prefigge non possono prescindere dalle attività didattiche, di ricerca, di sperimentazione e di sviluppo, di formazione e aggiornamento, di amministrazione e contabilità, di acquisto di beni e servizi, di organizzazione e di tutte le altre attività ritenute coerenti con le nostre Istituzioni. E’ importante ricordare che l’accordo prevede anche l’istituzione di laboratori per la ricerca didattica e la sperimentazione, la documentazione di ricerche, la formazione in servizio, l’alternanza e la mobilità di gruppi di  studenti e docenti.


D) Questo accordo può dunque essere visto come un’opportunità? E perché?


R) L’accordo non offre una sola opportunità. Secondo me apre i Nostri Istituti ad un vero e proprio ventaglio di opportunità in quanto ci coinvolge in una rete di nuove logiche. Una logica di programmazione perché ci presentiamo come una risorsa in grado di interloquire e collaborare con le autonomie locali per la ridefinizione e la gestione dei servizi ai cittadini sul territorio.
Una logica di sistema perché l’associazione operando in rete con altre Scuole ed Enti offre al territorio l’accesso ad una gamma di servizi che oltrepassa la sua sola capacità produttiva perché orienta le proprie risorse a rispondere alla domanda locale di formazione o di altri servizi ad essa complementari.
Una logica di impresa che attivando le modalità di acquisto o di fornitura più funzionali garantisce una gestione più efficace e l’ottimizzazione dei rapporti costi-benefici.


D) Quali modalità avete scelto per pubblicizzare la Vostra Rete?


R) Per prima cosa abbiamo deciso di creare uno spazio web (all’interno del sito istituzionale della scuola capofila www.istagosti.it) dedicato a tutte le iniziative  della Rete. All’interno di questo troveranno una giusta collocazione anche le attività caratterizzanti i singoli Istituti.
Cercheremo di realizzare anche un’area riservata per i Dirigenti Scolastici per scambiarsi in tempo reale news, consigli, suggerimenti, esperienze, dubbi o perplessità.
In secondo luogo sappiamo di poter costruire una buona rete di scuole ma siamo altrettanto consapevoli di non poter volare in alto quanto vorremmo senza l’aiuto ed il sostegno politico dei nostri parlamentari. In ogni caso, perché l’incontro avvenga  e possa attivare le migliori sinergie abbiamo bisogno di parlamentari sinceri, motivati e passionali che credano nel futuro dei giovani e nell’importanza  di questo settore scolastico profondamente legato alle produzioni agrarie, agro/industriali ed ambientali. A tal proposito stiamo cercando il possibile patrocinio di esponenti della Commissione Agricoltura presso la Camera dei Deputati.
Infine cercheremo di diffondere il più possibile il nostro lavoro tramite comunicati stampa, giornali riviste di settore e di categoria. Approfitto dunque dell’occasione che mi offre questa intervista per  ricordare a tutti che martedì 30 novembre 2010, presso l’ITA “Serpieri” di Bologna,  è stata organizzata una bellissima giornata densa di impegni particolarmente attuali e stimolanti.
Grazie  e arrivederci o meglio arrisentirci dopo il 30 Novembre 2010!!!!!!!!!



Foto ricordo nel cortile dell’Istituto “Vegni” di Cortona (AR)


Paola Adami, laureata in Scienze dell’educazione all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, è  Dirigente Scolastico  dell’Istituto Omnicomprensivo “F.lli Agosti” di  Bagnoregio (VT) che comprende, per quanto riguarda la scuola secondaria di II grado, un istituto tecnico agrario statale intitolato proprio ai F.lli Agosti. Da un anno è coordinatrice nazionale della Rete  degli Istituti Agrari “ITA SENZA FRONTIERE”.







I funghi dal vero
Il Coniglio nano – Collana di Agraria.org
Cristiano Papeschi – Il Sextante – novembre 2009

 

In questa guida illustrata, Cristiano Papeschi, laureato in Medicina Veterinaria e da sempre appassionato di lagomorfi e roditori, conduce il lettore alla scoperta del coniglio nano. In modo chiaro e simpatico vengono trattati tutti gli aspetti legati alla sua presenza in casa, dal ricovero all’alimentazione, dalla convivenza con gli altri animali alle cure quotidiane… Acquista online >>>

Download PDF