di Francesco Vignoli

L’AGOPUNTURA (2^ Parte)

Metodiche terapeutiche connesse con l’agopuntura
La moxibustione consiste nella introduzione di calore nei punti di agopuntura, utilizzando foglie di Artemisia sinensis seccata, triturata finemente e preparata sotto forma di sigaro. Lo scopo è la tonificazione dell’energia. E’ indicata soprattutto in manifestazioni morbose croniche di tipo Inn o dovute al freddo. Così nel trattamento della stipsi cronica, si può trattare il punto 8 VC che corrisponde all’ombelico, usando del sale come sostanza interposta.
La digitopressione consiste nell’eseguire delle pressioni con le dita a livello dei punti di agopuntura o lungo il decorso dei Meridiani. Questa forma di trattamento viene preferita soprattutto nei trattamento di disturbi dei cuccioli, negli animali anziani, nei disturbi di tipo reumatico o di tipo allergico, nei gatti e nei cani di piccola taglia e in tutti quei casi in cui l’infissione dell’ago non è possibile. Non richiede particolari precauzioni e può essere insegnata ai proprietari in modo da poter continuare a casa loro la terapia qualora richiedesse tempi lunghi,senza altri interventi farmacologici.
Questa tecnica si fonda sugli stessi principi energetici dell’agopuntura, quindi i punti interessati corrispondono alle vie energetiche dei meridiani principali.

Agopuntura

Esercitare una leggera pressione,un leggero massaggio con il polpastrello del dito sul punto o sui punti prescelti,che saranno avvertiti dal vostro animale come leggermente dolenti, il massaggio può essere fatto una o più volte al giorno con tempi di 10 minuti circa.
1: paralisi o paresi post trauma della zampa anteriore
2: paralisi della zampa anteriore, sordita
3: articolazione dolente
4: articolazione dolente, stitichezza
5: dolore locale, paresi o paralisi di un arto anteriore, stitichezza, dermatosi, prurito e tosse
6: dolore locale e ristretto
7: dolorabilità ristretta
8: in caso di shock violento, trauma, incidente, collasso, pizzicare tra pollice ed indice
9: difficoltà alla masticazione, dolore locale
10: disturbi agli occhi, senza ferite
11: patologie oculari croniche
12: dolori cervicali, sordità
13: dolori cervicali, torcicollo, testa abbassata, sordità
14: dolori cervicali, spondilartriti, artrosi cervicali
15: dolori al torace, infezioni in atto, depurazione del sangue
16: dolori lombari e toracici, disturbi alle vie urinarie, disordini sessuali e renali
17: dolori lombari, alle anche e al sacro
18: dolori alle anche
19: dolori al sacro, alle anche, stitichezza
20: dolori ai reni, al sacro, alle ginocchia
21: paralisi di una zampa posteriore, disturbi al ginocchio, disturbi agli arti posteriori
22: perdita dell’appetito, tonificante generale
23: disturbi alle vie urinarie, azione favorente il parto
24: dolori locali, dolori lombari
25: problematiche al treno posteriore, stitichezza
26: paralisi, paresi agli arti posteriori, disturbi urinari e bonificazione del treno posteriore.

L’elettroagopuntura consiste nella stimolazione elettrica dei punti di agopuntura. In generale, si procede fissando la frequenza (18‑25 Hz per ottenere un effetto analgesico e 4‑6fz per disturbi neurologici centrali o periferici), quindi si stabilisce l’intensità in mAmp secondo la tollerabilità del paziente. La durata di applicazione è di circa 20 minuti. Va evitata nei portatori di pace‑maker.

L’auricolopuntura è una metodica di trattamento mediante infissione di aghi a livello di punti del padiglione auricolare, in questa tecnica si prende come punto di riferimento l’orecchio, in cui si ritrovano la maggior parte dei punti corrispondenti alle varie zone dell’organismo animale. Ho conosciuto come miei insegnanti due colleghi veterinari che hanno svolto parecchie ricerche al riguardo: dottoressa Vera Garelli e dottor Giulianelli, che hanno eseguito una mappatura secondo schemi di riflessologia sui piccoli animali.
Ricordo solamente un dato interessante in campo umano: l’orecchio anche simbolicamente assomiglia ad un feto rannicchiato in sede uterina ed in effetti anche la corrispondenza energetica diventa un ulteriore campo di applicazione sia nei piccoli che nei grossi animali.

La mesoterapia agopunturale
Rappresenta una ulteriore evoluzione occidentale dell’agopuntura veterinaria, è un mezzo di terapia energetica affidato oltre alla stimolazione dei punti sui meridiani energetici, in associazione alla somministrazione di piccole dosi, con appositi iniettori dei rimedi omeopatici, complessi omotossicologici o in certi casi cocktail di farmaci allopatici con anestetici locali.
Il termine che indica lo studio e l’applicazione di questi principi si chiama omeosiniatria, che corrisponde a punti precisi individuati con una corrispondenza interna, se questi punti sono dolenti, dimostrano uno squilibrio funzionale degli organi, dei visceri corrispondenti, seguendo sempre le vie energetiche dei meridiani principali.
La tecnica è molto utile perché consente di agire sui punti con rimedi in tempi più brevi e con risultati a volte veramente straordinari, infatti per esperienza personale, in alcuni casi di artrosi alla spina dorsale dei bassotti, ho avuto buone risposte anche dopo un solo trattamento.
Anche nei cavalli trova impiego soprattutto in ambito sportivo, basta qualche applicazione sulle zone riflesse corrispondenti per avere una buona risposta e tollerabilità dell’animale.
In questa immagini, vediamo il collega e maestro omeopata e agopuntore Dottor Mario Aluigi, eseguire la tecnica sul cane e  cavallo dove maggiore è l’applicazione della mesoterapia.

Agopuntura

Esame clinico in medicina orientale
I cinesi basano l’inquadramento diagnostico su 3 elementi: l’osservazione, l’anamnesi e i polsi. Osservazione e anamnesi sono utili per determinare la polarità Inn o Yang del paziente e dell’affezione presentata.
Caratteristiche del soggetto a polarità dominante Yang e del dolore Yang
(secondo Dr. J. Borsarello).

Soggetto Yang Soggetto magro, vivace ‑ Irascibile collerico ‑ Di mantello chiaro. Ha bisogno di calma ‑ Ha bisogno di fresco ‑ Ha bisogno di zucchero ‑ Ama il salato, suda molto ‑ E’ resistente.
Dolore Yang Recente ‑ Senso di calore ‑ Aggrava con la pressione ‑ Aggrava con il secco Aggrava con il movimento ‑ Aggrava di giorno ‑ Errante ‑ Superficiale ‑ Localizzato Cute secca ‑ Intermittente ‑ Folgorante ‑ Crampi ‑ Lancinante ‑ Aggrava con il caldo.

Soggetto Inn t
Grasso, calmo ‑ Dolce ‑ Colorito pallido ‑ Tendenza alla sonnolenza ‑ Bisogno di rumore ‑ Bisogno di calore ‑ Bisogno di sale ‑ Ama il dolce ‑ Urina molto ‑ Suda poco ‑ Affaticato ‑ Peluria scarsa ‑ Capelli anche da anziano ‑ Poco virile ‑ Timido ‑Notturno e triste.

Dolore Inn Cronico ‑ Senso di freddo ‑ Migliora con la pressione ‑ Aggrava con l’umidità Migliora con il movimento ‑ Aggrava di notte ‑ Fisso ‑ Profondo ‑ Diffuso ‑ Edema concomitante ‑ Permanente ‑ Sordo ‑ Atrofia muscolare ‑ Continuo ‑ Aggrava con il freddo.

Oltre alla indagine visiva del paziente, un altro elemento importante nella diagnosi energetica cinese è la pulsologia, la valutazione del polso; è una tecnica molto complessa, non si tratta solamente di valutare gli aspetti tattili clinici, come la frequenza, la sua durezza, ecc., ma un attento ascolto tattile rileva fruscii e variazioni corrispondenti a mutamenti energetici interni come segno evidente di squilibrio generale.
Negli animali è possibile se durante l’indagine c’è la pazienza e molto tempo per apprezzare i leggeri rilievi, che comunque sono di competenza di un bravo agopuntore.
Concludo con alcuni disegni che dimostrano come l’agopuntura sia applicabile ad animali diversi, a seguito della localizzazione dei meridiani avvenuta nel tempo passato.

Agopuntura

Bibliografia
– Prontuario di omeopatia: Mario Aluigi, consigli pratici di terapia energetica per le famiglie. Guaraldi/Gufo edizione 1996.
– Le altre Medicine: Mario Aluigi, compendio di medicina omeopatica e medicina tradizionale cinese AIEP/Guaraldi Editore 1994.
– Agopressione: il metodo d’agopuntura senza aghi Maurizio Rosemberg Colorni Red/Edizioni 1993.
– Teoria e metodologia omeopatica in medicina veterinaria: Sergio Canello IPSA Editore 1995.
– Thérapeutique homéopatyhique vétérinaire: Marie-Noelle Issautieur-Henry Calvet Boiron Edition France 1987.
– Nuovi Orizzonti in medicina, la teoria dei biofotoni: Fritz Albert Popp IPSA Editore 1984.
– Fitogemmoterapia nella pratica clinica: Bruno Brigo Edizioni Boiron 1988
– Le medicine naturali: Bruno Brigo cd multimediale VERSIONE NATURA MEDICATRIX  Edizione Tecniche Nuove 1998.
– Medicina Nnaturale 11 approcci terapeutici… versione cd rom Edizione Tecniche Nuove 1999.
– Omeoptaia Veterinaria: Franco del Francia edizione red 1988.
– Omeoptaia in agricoltura: Luca Speciali Editore Clesav Ricerche 1987.
– Erbe medicinali e alimentazione naturale per cani e gatti: Osvalda Oasi Bertolini, Anna Vigoni Marciani Edizioni Tecniche Nuove 1993.
– Cronobiologia Cinese: Gabriel Flaubert,Pierre Crepon Edizioni Red  2000.
– Oligoterapia: Dimitri Mitropulos  Edizioni Editorium 1994.
– Atlante di agopuntura Veterinaria: Luciano Roccia, Marzio Panichi Edizioni Minerva Medica 1978.
– Mesoterapia agopunturale veterinaria: Mario Aluigi Edizioni Luise’ 1987.
– Omeoptaia facile: John H.Clarke manuale pratico di prescrizione Edzione IPSA 1992.
– Fitoterapia Comparata: Comitato Editoriale Aboca Edizioni Aboca  1993.
– Corso di energetica dei sistemi viventi: Maurice Mussat (Volume 1-2-3) Editore CISU 1987.
– Guarire con l’omeopatia il gatto: K.Sheppard Editore DEL RICCIO 1983.
– Guarire con l’omeopatia il cane K.Sheppard Editore DEL RICCIO 1987.
– Naturopatia: Fabio Ambrosi Edizioni GB 1999.
– Erbe per la salute dei piccoli animali: Max Rombi Editore Red 1989.
– Materia Medica Omeopatica: Henry Duprat Editore Fratelli Palombi 1984.
– Omotossicologia: Hans Heinrich Reckeweg Editore Guna  1988.
– Organon, dell’arte di guarire: C.F. Hahanemann  Editore Red 1985.
– Le malattie croniche: C.F.Hahanemann Editore Edium 1980.

Altro materiale è stato raccolto da comunicazioni scientifiche su riviste specializzate del settore e da appunti del sottoscritto, elaborati durante lezioni e convegni.
Sito Web Società Italiana Agopuntura Veterinaria www.siav-itvas.org

Francesco Vignoli, laureato in Medicina Veterinaria, è specializzato in medicina solistica, omeopatia veterinaria presso l’Istituto di Medicina Olistica  dell’Università degli Studi di Urbino. Curriculum vitae >>>

Download PDF